Chi controlla veramente le Banche Svizzere?

60 miliardi $
Colpo grosso
alla Banca Nazionale Svizzera ?


Salvo Cardillo: 10 anni fa opponendomi alla fusione UBS-SBS pensavo che fosse importante capire chi controllava veramente questo colosso bancario: feci causa  Zurigo come rappresentante del "Comitato per una banca al servizio del Paese" e rinunciando ad una possibile transazione chiesi - inutilmente - il ripristino delle clausole che impedivano il controllo a non svizzeri della nuova banca.



Il Consiglio di amministrazione non accettò e la cassazione zurighese dichiarò che non avevo interesse ad oppormi alla fusione ed a richiedere il rispetto degli Statuti e della legge.

Oggi la Svizzera si consegna alla Federal Reserve, contraendo con la BNS un debito corrispondente ai crediti illiquidi di UBS americana e pari a circa due volte il valore del suo oro, senza una due diligence sui conti di UBS che accerti l'esistenza e la provenienza di questi crediti
e senza chiedersi chi la controlla e di quali reali interessi è portatore questa banca...

Sarà poi la legislazione... di un paradiso fiscale - forse delle isole Cayman - che avrà l'esclusiva a... vigilare sul recupero, in un lasso di tempo di 12 anni, di questi crediti... in cambio... l'UBS non garantirà in caso di insuccesso la corresponsione di queste somme ma solo un certo numero di azioni che al valore di oggi sono pari a circa CHF 1,5 miliardi.

A rischiare sono quindi solo gli utili dei prossimi anni che la BNS  potrà non più corrispondere ai Cantoni...
A cittadini e Cantoni, se il Parlamento approverà nei prossimi giorni, questo "pateracchio" non resterà forse che ricorrere al Tribunale Federale Svizzero impugnando la decisione del DFF delle Finanze e della Confederazione, probabilmente per arbitrarietà e lesione del principio di proporzionalità.

Ecco intanto il testo della petizione rivolta al Consiglio Federale, il 27 novembre intanto, come previsto, l'assemblea UBS ha approvato la prima parte di questa operazione: l'autorizzazione al CdA ad approvare l'emissione del prestito obbligazionario convertibile di $ 6 miliardi per la Confederazione.


23 Novembre 2008 - Petizione al Consiglio Federale Svizzero



- il discorso di Cristoph Blocher del 1 Novembre 2008 "la via svizzera nella crisi finanziaria mondiale"

le prime reazioni alla petizione
<>




estratto dal dossier UBS


- 1 Febbraio 2007 lettera al Presidente del Tribunale di Bülach



- 3 Febbraio 1998 il Comitato per una banca al servizio del Paese scende in campo
- 5 Giugno 1998 lettera UBS a Cardillo sulla clausola statutaria che limita il possesso di azioni UBS
- 31 Agosto 1998 UBS a Cardillo sullo stesso tema
- 16 Aprile 1996 Comunicazione del Presidente Nikolaus Senn agli azionisti, titolo:
"Gli interessi degli azionisti sul banco di prova"
tratta dei rapporti con CS ed Ebner, riporta in calce la scritta:"vale la parola data"
- 1970 Cosa voleva dire UBS secondo i suoi statuti
- 2008 Statuti UBS, cosa vuol dire UBS?



Nota bene: la testata "L'Indipendente" risulta qui giustapposta all'articolo sulla Fusione,
la trascrizione dello stesso è contenuta in calce alla lettera al Presidente del Tribunale di Bülach.


Qui troverai le "strisce"



Ospel e Couchepin


striscia FT

colpo alla BNS



l'oro della BNS

vado
o non vado?